BookCrossing

Potete prendere qualsiasi libro, leggerlo qui mentre bevete un buon vino o portarlo a casa con voi. Potete poi riportarlo o magari anche dimenticarvene. Potete, meglio ancora, liberare qui dei libri vostri perché altri li conoscano.

Bookcrossing è la liberazione dei libri attraverso un viaggio che si può seguire nei commenti di coloro che li trovano.

Il libro viene lasciato in libertà e può essere preso da chiunque che, dopo averlo letto, può rilasciarlo nuovamente.

Bookcrossing è letteratura, spirito di avventura e generosità. E’ la versione moderna dei messaggi nella bottiglia o dei bigliettini attaccati ai palloncini. E’ una biblioteca aperta e in viaggio.

Perché dovrei separarmi dai miei amati libri?

Ci sono libri che abbiamo letto e che sappiamo non rileggeremo più.

Ci sono libri che ci sono piaciuti così tanto che vorremmo far leggere a tutto il mondo. Alcuni bookcrossers comprano copie economiche di questi libri soltanto per poterli liberare.

Date un’occhiata: ne vale la pena!!!

I Love Tango


La Taberna

La tabernalibraria nasce nel 1999 come enoteca dedicata alle etichette piemontesi, ma presto allarga il proprio sguardo al panorama di alcuni produttori sul territorio nazionale,  prediligendo alcune Regioni (Toscana, Trentino Alto Adige, Friuli, Sicilia e Campania). La passione per il vino è certamente la prima delle direzioni nelle quali si muove la Taberna ed è per questo che i nuovi Tabernieri hanno allargato il discorso anche alla Francia .

La carta dei vini presenta circa 350 etichette. Nella proposta della mescita si può trovare invece una selezione di vini rossi, bianchi, spumanti ed anche Champagne.
Il locale rimane aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 24 dando così la possibilità dell’acquisto dei vini all’asporto fino a tarda sera.
Nel 2008 il locale ha subito una ristrutturazione mirata all’inserimento della cucina, fondamentale novità e parallela divorante passione proposta dai Tabernieri alla propria clientela. 40 coperti per un servizio ristorante raffinato, ma informale, una cucina espressa ed estrosa, con una grande cura per la presentazione del piatto.
La nostra è una cucina del territorio che guarda anche a piatti delle varie tradizioni regionali.
Per il mese di settembre avremo un menù degustazione Piemontese, mantenendo ugualmente una carta settimanale che cambia ogni venerdì. La proposta del pranzo cambia invece giornalmente, con una offerta più veloce, ma altrettanto curata.
Le due passioni, il vino e la cucina, dunque si sovrappongono nel locale: chi si siede per mangiare può passeggiare tra le etichette e scegliere  come meglio accompagnare il proprio menu. Tutte le possibilità sono aperte anche per chi desidera solo degustare: a calice, a quartino ( o meglio non quartini di vino, ma quartine divine) o mezzo litro
(
cincantine).
Persino le caraffe alla Taberna onorano la poesia, recando incise le quartine degli autori di tutti i tempi che hanno cantato un’ode al vino. Un’occasione in più per leggere versi in trasparenza su uno sfondo cremisi o ambrato.
Le quartine e le cincantine sono anche in vendita alla Taberna, insieme ad una selezione di oggettistica dedicata all’universo vino.
Il rito dell’aperitivo viene onorato dalle 18.30 alle 20.30 sul bancone allestito di golosità fresche e stuzzicanti.
Segno di continuità con il passato è il legame tra vino, cibo e libri. La tradizione letteraria prosegue in collaborazione con la libreria Comunardi, mantenendo dunque la possibilità di acquisto dei libri ed un programma di serate dedicate alla lettura o alla presentazione di testi.
Le letteratura è anche alle pareti nel Giro di vite, opera del maestro Francesco Forlani. Si tratta di un gran Tour in nove tappe delle regioni del vino del Piemonte, accompagnato dai testi di autori italiani d’eccezione e fotografie speciali.
Vita Nuova e nuova vita dunque alla tabernalibraria ed ai suoi entusiasti Tabernieri.

I Tabernieri
Alberto, Chiara e Vito